• +39 338 90 87 477

Splendido ottavo posto per la squadra Allieve femminile dell’Atletica Piacenza, in pista a Vittorio Veneto (TV) in occasione della finale B nazionale dei Campionati di Società. Il weekend del 24 e 25 settembre ha visto numerosi risultati di grande rilievo. Anna Pissarotti d’oro e di bronzo: dopo aver conquistato la medaglio di bronzo nel salto in alto valicando l’asticella posta a 1,53m, Anna ha stupito tutti imponendosi sulle avversarie in 1’07”32. Doppietta di bronzo per Chiara Sverzellati: nei 100m ha corso in 13”06, mentre nei 200 è stata capace di fermare il cronometro a 26”24, aggiornando in entrambi i casi il proprio primato personale. Bel quarto posto di Chiara Piccinelli, che ha saputo scagliare il peso a 10,89m. Buonissime anche le prestazioni di Monia Harbi: la giovane mezzofondista ha chiuso gli 800m in 2’32”65 e i 1500 in 5’21”10, in entrambi i casi al settimo posto. Settimo posto anche per Sara Dell’Orto, che ha scagliato il disco a 21,89m. Questi risultati molto positivi rappresentano anche l’ottimo lavoro svolto dai tecnici biancorossi: particolare menzione meritano i fratelli Salvatore e Andrea Rinaldi, veri trascinatori del settore giovanile e Allievi dell’Atletica Piacenza.  Con la stagione ormai in chiusura, l’Atletica Piacenza inizia a tirare le prime somme di una stagione ricca di grandi risultati, punto di partenza per una crescita del settore giovanile e assoluto del prossimo anno.

La stagione estiva dell’Atletica Piacenza è entrata nel vivo e i ragazzi biancorossi proseguono nei loro impegni agonistici. Il weekend del 18/19 giugno si sono tenuti i Campionati italiani Allievi (U18) a Milano, nella prestigiosa e suggestiva cornice dell’Arena Civica, costruzione di epoca napoleonica dotata recentemente di una nuova pista. I portacolori dell’Atletica Piacenza in gara hanno dovuto affrontare condizioni climatiche particolarmente dure, a causa del fortissimo caldo, oltre che i migliori interpreti a livello italiano. Anna Pissarotti, qualificatasi sia nei 100hs che nei 400hs, ha corso le prove rispettivamente in 15”25 ne 1’06”40. Buona anche la prova di Allegra Santelli, che ha corso i 3000m in 10’52”13, tempo niente male considerato il gran caldo che ha contraddistinto le giornate milanesi. Ha corso anche la staffetta 4x400 composta da Francesca Zanelli, Anna Pissarotti Monia Harbi e Chiara Sverzellati: le quattro hanno concluso il miglio in 4’11”57. Non solo Campionati italiani, ma anche importanti trofei e competizioni di livello sono state teatro degli ottimi risultati dei piacentini dell’Atletica Piacenza. Al trofeo Ansaloni di Modena, gara in serata tenutasi a Modena il 9 giugno, hanno ben figurato le ragazze della 4x400 Assoluta, capace di aggiudicarsi l’oro con il tempo di 4’04”61. Grandi anche le due siepiste Isotta Maria Vitali e Mia Albasi: la prima ha superato le barriere sui 3000 siepi in 12’16”63 e 12’19”13: enorme soddisfazione soprattutto per Mia Albasi che ha così ottenuto il pass per accedere ai Campionati italiani Juniores in programma per luglio. Lo stesso vale per Isotta, che però. Era già qualificata. Sempre all’interno del Trofeo Ansaloni, si segnala il record personale sui 200m di Leonardo Catelli, 22”89. Per concludere, ottime prestazioni di Emma Casati e Giovanni Tuzzi nei 1500m del Trofeo Bacis di Azzano San Paolo (BG): Emma ha corso in 4’41”86 aggiudicandosi la medaglia d’oro. Anche Giovanni ha vinto la gara, correndo in 4’00”68. Medaglia d’argento per Elia Rebecchi, che ha corso i 5000m in 15’15”24. Periodo di attività frenetica per l’Atletica Piacenza, che ora attende la sua campionessa Eleonora Nervetti e l’olimpionico Andrea Dallavalle, fresco di un impressionante balzo a 17,25m nel triplo ai Campionati italiani Assoluti di Rieti il prossimo fine settimana.

Nuovo look per la pista del Campus Pino Dordoni di Piacenza. Sono state inaugurate oggi le rinnovate sei corsie di colore verde dell’impianto emiliano, intitolato allo storico marciatore che settant’anni fa ha conquistato la medaglia d’oro nella 50 km a Helsinki ’52. Al taglio del nastro, insieme al sindaco di Piacenza Patrizia Barbieri, all’assessore allo sport Stefano Cavalli e a Isabella Dordoni, figlia di Pino, erano presenti il presidente della FIDAL Stefano Mei, il campione olimpico della 20 km di Mosca ’80 Maurizio Damilano, il presidente del Comitato regionale FIDAL Emilia Romagna Alberto Morini. Con loro, è stato travolgemente l’entusiasmo di tanti giovani delle società locali, in particolare Atletica Piacenza e Atletica 5 Cerchi, club che gestiscono l’impianto, riqualificato dall’azienda Tipiesse grazie all’intervento dell’amministrazione comunale.

Articolo gentilmente concesso da FIDAL

Foto manifestazione

 

Si è conclusa un'altra splendida avventura per Eleonora Nervetti, sprinter dell'Atletica Piacenza, azzurra in occasione dei Giochi del Mediterraneo u23, tenutisi a Pescara il 10 e 11 settembre. La portacolori azzurra, dopo il titolo italiano u23 e un'estate di intensi allenamenti, è approdata a Pescara con il quarto accredito sui 100m, pronta a dar battaglia alle migliori specialiste del "mare nostrum". Alla fine, l’allieva di Giovanni Baldini ha chiuso la sua prova in 11”88, aggiudicandosi la quarta piazza. «Il risultato cronometrico non riflette appieno le potenzialità e il valore di Eleonora – ha dichiarato lo storico tecnico Baldini – ma la nostra atleta ha saputo gestire una situazione comunque non semplice: una gara internazionale è sempre un’altra dimensione. Inoltre, Eleonora ha confermato il suo accredito, piazzandosi ai piedi del podio, senza tradire di fatto le aspettative!». Ora finalmente Eleonora può godersi il meritato riposo e ricaricare le pile per la prossima stagione, che sarà ricca di nuove occasioni per brillare

L’Atletica Piacenza è tornata in pista nelle categorie giovanili, in occasione dei Campionati di Società Ragazzi e Cadetti., in entrambi i casi con la squadra femminile. La finale regionale dei CdS Ragazzi e Ragazze si è tenuta proprio a Piacenza il 5 giugno, dove la società biancorossa ha visto uscire il meglio dalle sue più giovani interpreti. Splendida medaglia d’argento per Bianca Russo, che ha corso i 1000m Ragazze in 3’23”48, suo primato personale. Un altro argento è stato vinto da Angela Chinosi nei 2km di marcia: la marciatrice in erba ha coperto la distanza in 11’59”02 aggiudicandosi la seconda piazza, seguita a breve distanza dalla compagna di squadra Caterina Millione 13’04”28. AL termine delle gare, la squadra è riuscita a raggiungere la dodicesima piazza. La finale dei CDS Cadetti e Cadette si è invece tenuta a Ravenna, il fine settimana successivo. Tra i risultati più importanti troviamo sicuramente quelli di Caterina Bussei, sesta nel lancio del disco con 19,91m. Sempre Caterina ha poi lanciato il perso a 7,40m. Altra ottima prestazione per Camilla Maria Ghezzi, ottava nel lancio del giavellotto, scagliato a 24,17m. Sesta la staffetta 4x100 composta da Isabella Zorzetti, Paola Rebecchi, Vittoria Paratici e Anna Rossetti, capaci di portare il testimone al traguardo in 56”19. Bene anche il 10”79 di Sofia Cefalotti sui 80m, e il record personale di 45”13 di Maria Garioni sui 300m. Molto brave anche Veronica Cino sugli 80hs, chiusi in 13”73, e Giorgia Grazio, 7’40”85 sui 2000m. Ora l’attenzione torna alle categorie superiori, in attesa di buoni risultati per i Campionati italiani e per l’esordio stagionale di Andrea Dallavalle nel salto triplo a Grosseto.

Foto Piacenza

Foto Ravenna

Risultati Piacenza

Risultati Ravenna

Purtroppo, non sempre dopo una grande attesa arrivano grandi risultati. Giovanni Tuzzi aveva finalmente e per la prima volta guadagnato il pass per calcare la pista dei Campionati italiani Assoluti di 10000m nelle scorse settimane, dopo anni di difficoltà e un bellissimo percorso di crescita. Domenica 1 maggio a Brescia, proprio in occasione dell’appuntamento tricolore, qualcosa non ha però funzionato: il portacolori dell'Atletica Piacenza è partito bene, tenendo i ritmi previsti. Dopo poco però, ha iniziato a faticare nel mantenimento del passo. A quel punto è iniziato un calando continuo, fino ai 6000m, momento in cui era chiaro che il ritardo rispetto alla concorrenza era eccessivo e i tempi erano ormai destinati ad essere troppo lontani da un risultato effettivamente soddisfacente. A quel punto la scelta del ritiro dalla competizione. 
"Sicuramente un peccato- ha dichiarato il portacolori biancorosso - sono dispiaciuto, prima della gara ero convinto potesse essere la mia occasione. Invece sentivo che durante la corsa qualcosa mi mancava e ad un certo punto ho preferito fermarmi. Una giornata no, ma sono sicuro che le prossime uscite saranno l'occasione ideale per rifarmi!" Parole di speranza quelle di Giovanni Tuzzi, che prova a guardare avanti nonostante la delusione. L'Atletica Piacenza ha poi visto gareggiare a Modena le sue sprinter Eleonora Nervetti e Rebecca Cravedi sui 200m. In entrambi i casi, ottimi esordi: Rebecca ha corso in 24"57, mentre Eleonora ha chiuso il mezzo giro in 24"59, minimo per i Canpionati italiani U23. Entrambe hanno sfiorato il minimo di partecipazione ai Campionati italiani Assoluti, vhe ora sembra veramente alla portata. Una stagione all'aperto ancora embrionale, ma che promette ancora acuti interessanti quella dei giovani dell'atletica Piacenza.

Eleonora Nervetti si è laureata Campionessa italiana u23 al termine del fine settimana dell'11 e 12 giugno. La portacolori dell'Atletica Piacenza ha sorpreso la concorrenza sfrecciando sui 100m in batteria in 11"60, record provinciale sottratto all'ex olimpionica Cecilia Molinari, il cui primato resisteva ormai da decenni. Dopo la batteria, è arrivata la resa dei conti in finale: Eleonora si è esibita in una prova magistrale che ha lasciato di stucco le concorrenti e ha portato la giovane biancorossa al titolo, conquistato grazie al 11"56 finale. Da outsider di lusso a regina della velocità, Eleonora è ora in lizza per i Campionati italiani Assoluti e per i Campionati del Mediterraneo under23 di Pescara, competizione internazionale in cui vestirà la maglia azzurra per la seconda volta dopo l'anno scorso agli europei u20. Grandissima gioia per il sodalizio biancorosso e per Giovanni Baldini, allenatore della giovane sprinter. Anche Lorenzo Cesena e Sebastiano Labò erano presenti a Firenze a tenere alto il nome dell'Atletica Piacenza. Lorenzo ha rimediato alla grande alla controprestazione della settima a scorsa alle qualificazioni per i Campionati italiani Assoluti, correndo in 54"15 i 400hs. Meno fortunata la prova di Sebastiano Labò che è incappato in 3 nulli. Dopo l'esaltazione di questo weekend, è già il momento di pensare al prossimo: sono infatti in programma i Campionati italiani Allievi, che verranno ancora una volta protagonisti alcuni ragazzi dell'atletica Piacenza. In gara ci saranno Anna Pissarotti sui400hs, Allegra Santelli sui 3000m e la staffetta 4x400 composta da Francesca Zanelli, Anna Pissarotti, Monia Harbi e Chiara Sverzellati.

Foto

Risultati

Il Meeting di Primavera, tenutosi al Campus Pino Dordoni domenica 24 aprile ha portato a Piacenza moltissimi risultati interessanti, a dimostrazione dell’ottimo stato di forma di cui gode il settore assoluto dell’Atletica Piacenza, società organizzatrice della gara. Il meeting è stato inoltre un’ottima occasione per tantissimi atleti provenienti da tutto il nord Italia di rompere il ghiaccio con pista e pedane, in vista dei più importanti appuntamenti tardo primaverili. La gara regina della manifestazione, i 5000m di marcia ad invito, ha visto impegnati i migliori interpreti nazionali della specialità. A questa competizione è stato intitolato il premio Pino Dordoni: a quasi 70 anni dall’impresa olimpica di Helsinki, l’Atletica Piacenza ha voluto omaggiare una delle bandiere storiche dello sport piacentino. Si è aggiudicato la gara maschile Juryi Micheletti dell'Atletica Bergamo 59 Oriocenter in 20'49"22, seguito da Mattia Braggio, Atletica Spezia Duferco, 21'44"02, e da Gabriele Gamba, Atletica Riccardi Milano, 21'57"10. Al femminile, si è imposta Valentina Trapletti del Centro Sportivo esercito, 22'00"20, seguita da Federica Curiazzi dell'Atletica Bergamo 59 Oriocenter, 22'13"61, e da Simona Bertini, Atletica Francesco Francia di Bologna, 22'44"07. Tra i biancorossi, sicuramente va menzionata Emma Casati. L’allieva di Giuliano Fornasari, pluricampionessa italiana e maglia azzurra lo scorso anno a Tallinn (Estonia) ai Campionati europei u20, ha corso i 3000m femminili dominando sulle altre concorrenti e imponendosi in 10'29"53. Sicuramente non è stato il suo miglior tempo: Emma è infatti in ripresa e ancora la forma migliore non è comprensibilmente stata raggiunta, essendo gli appuntamenti importanti ancora lontani. Tuttavia, è bene ricordare che Emma è reduce da un raduno con la nazionale, segno che rimane saldamente sui radar dei tecnici azzurri. Ottima anche la prestazione di Giovanni Tuzzi: alla sua prima uscita stagionale sui 5000m ha saputo correre in 14'52"62. Giovanni è in fase di preparazione dei Campionati italiani di 10000m, che si terranno domenica 1 maggio a Brescia. Sarà la prima rassegna tricolore assoluta per Tuzzi, altro allievo di Fornasari, che può quindi vantare due atleti di livello altissimo tra le fila degli atleti biancorossi da lui seguiti. Anche il settore velocità ha visto degli esordi molto interessanti: sicuramente bene Eleonora Nervetti, che ha corso i 100m in 12”16, anche in questo caso come in quello di Casati, non la migliore prestazione per la sprinter. Nonostante le buone aspettative sulla nuovissima pista, Eleonora si è vista frenare da una forte folata di vento contrario che, sommata alla condizione ancora non ottimale, non ha contribuito ad un tempo più vicino agli eccellenti standard dell’azzurra, già a Tallinn l’estate scorsa. La biancorossa allenata da Giovanni Baldini ha poi corso anche un ottimo 400m: pur non essendo la sua specialità, Eleonora ha saputo scendere abbondantemente sotto al minuto, coprendo il giro di pista in 59”71. Bene anche l’esordio sul giro di pista per Rebecca Cravedi: 59”09 per lei, seguita da Nervetti e da Vittoria Ferrari, che ha saputo rifarsi dopo il grande rammarico della caduta sulla gara di 400hs femminili, nella quale stava correndo molto bene. Una promessa per i prossimi appuntamenti. Netto miglioramento sui 400m per Leonardo Catelli, che ha abbassato il suo record, ora 52”63. Si segnala anche l’ottimo 13”11 sui 100 di Simone Boiocchi, atleta della federazione FISDIR, da anni tra i migliori velocisti d’Italia per la sua categoria. Anche nel settore giovanile si sono viste delle ottime prestazioni. Buono il 46”20 di Gabriele Taschieri sui 300hs Cadetti. Si è distinta anche Giorgia Civardi nel saltom in alto Cadette, valicando l’asticella posta a 1,29m. Nicolò Losi ha saltato 4,20m nel salto in lungo. Michele Boselli si è comportato molto bene sulla pedana del getto del peso, sulla quale ha scagliato l’attrezzo a 9,51m, aggiudicandosi anche la gara. Anche il peso femminile è andato bene, grazie ad Alessia Petitto, 8,25m.La giornata ha inoltre avuto due “premiatori” d’eccezione: Andrea Dallavalle, olimpionico di salto triplo e stella di casa, e Stefano Braga, ex saltatore in lungo, bronzo mondiale ai Campionai iridati del 2011 per la categoria Allievi. I due non hanno voluto mancare ad un’occasione di festa come quella di domenica scorsa. È sempre bello e importante ricordare le gradni imprese sportive del passato, raccogliendo l’eredità dei grandi del passato per cercare di disegnare il futuro.

Ancora ottimi risultati da Rieti per l’Atletica Piacenza, impegnata ai Campionati italiani Juniores.

Emma Casati, impegnata nella doppia sfida dei 5000 e 1500m è tornata a far parlare di sé in una stagione per lei complicata da alcun stop forzati, ma in cui sta dimostrando di potersela sempre giocare ai massimi livelli. Nei 5000m la biancorossa allenata da Giuliano Fornasari ha saputo aggiudicarsi la settima piazza, correndo la distanza in 17’31”07. Ha poi bissato l’impegno misurandosi nei 1500m, gara in cui ha corso 4’49”62.
Mezzofondo in grande spolvero anche grazie alle due interpreti dei 3000siepi, Isotta Maria Vitali e Mia Albasi. Isotta ha conquistato un eccellente decimo posto, iscrivendo inoltre il proprio nome sulle liste dei detentori dei record provinciali: la giovane ha infatti superato siepi e riviera in 12’01”02, correndo più forte di qualsiasi piacentina nella storia. A breve distanza seguiva Mia Albasi, 12’24”06, non lontana dal suo primato personale.
Molto bene anche l’allieva di Ennio Buttò Adele Sundas, che ha saltato 3,35m nel salto con l’asta aggiudicandosi un pregevolissimo nono posto.
Nei 400hs ha ben figurato Matteo Milani, che ha corso i 400hs in 58”44. Sfortunata invece Vittoria Ferrari, costretta al ritiro prima della partenza per i 400hs femminili per problemi fisici.

 

L’Atletica Piacenza si prepara ad organizzare i Campionati regionali individuali Allievi Juniores Promesse il prossimo weekend e lo fa “caricando” a dovere i propri migliori interpreti, che si sono fatti valere a Forlì in occasione della fase regionale dei Campionati di Società. La miglior prestazione del weekend è di Eleonora Nervetti. La sua condizione sembra in netto miglioramento: grazie ad una splendida volata in 11”90, la giovane si è aggiudicata la medaglia d’oro della manifestazione. Giovanni Tuzzi è tornato alle gare dopo la delusione dei Campionati italiani sui 10000, correndo i 5000m in 15’01”86. Il tempo è molto buono, anche se Giovanni appare ancora non nella forma ottimale di qualche settimana fa. Dopo la qualificazione sui 10000, ha infatti ripreso sessioni di allenamento più pesanti per cercare di raggiungere rapidamente il picco di forma. Anche Elia Rebecchi era presente sulla medesima distanza, coperta in 15’23”47. Rebecca Cravedi si è resa di nuovo protagonista di due ottime prestazioni: dopo aver corso i 400m in 57”52, strepitoso primato personale, Rebecca ha sfrecciato sui 200m in 24”93. La continuità di risultato della giovane piacentina lascia ben sperare per i prossimi appuntamenti. Emma Casati a piccoli passi si riavvicina al suo migliore stato di forma: l’ultima tappa è stata la gara di 1500m, corsi in 4’45”44, tempo pregevolissimo. Seguita a poca distanza da Allegra Santelli, 4’56”00. Torna a scagliare lontano il peso Sebastiano Labò: a Forlì, il giovane portacolori biancorosso ha lanciato la palla di ferro a 12,50m. Ottima la prestazione di Matteo Milani, 57”54 sui 400hs. Molto bene anche Leonardo Catelli, 22”71 sui 200m, record personale. Primato personale anche Kirill Visigalli, 6,41 nel salto in lungo, e per Adele Sundas, 3,40m nel salto con l’asta. Fa ben sperare anche la gara di Vittoria Ferrari sui 400hs, chiusi in 1’05”79. Lo stesso fine settimana, al Campus Dordoni di Piacenza, si è tenuta la fase provinciale di Campionati di Società provinciale Ragazzi e Cadetti. Tra i migliori risultati spicca sicuramente il tempo di 8”9 sui 60m Ragazze di Alessia Petitto. Molto bravo anche Gabriele Taschieri, 16”00 netti sui 100hs Cadetti. Si segnalano poi gli ottimi risultati di Maria Garioni, 46”5 sui 300m Cadette, Veronica Cino, 14”4 nei 80hs, e Camilla Maria Ghezzi, 25,10m Giavellotto. Come accennato, l’Atletica Piacenza sarà impegnata il prossimo weekend nell’organizzazione dei Campionati regionali Allievi, Juniores e Promesse. Ci si attendono una nutritissima partecipazione e prestazioni di valore tecnico notevole: i Campionati italiani si avvicinano e le occasioni per ricercare il minimo di partecipazione e test di efficienza in vista dell’appuntamento tricolore diventano sempre più preziose mano a mano che ci si avvicina alla gara più importante dell’anno per molti giovani atleti.

Foto Forlì

Foto Piacenza

Risultati Forlì

Risultati Piacenza

Nella torrida estate piacentina, l’Atletica Piacenza ha trovato le energie per organizzare il Meeting Città di Piacenza, tenutosi il 2 luglio al Campus Dordoni. Il meeting è stato teatro di un bel derby casalingo tra la neo campionessa italiana u23 nonché maglia azzurra Eleonora Nervetti e Rebecca Cravedi, che si sono fronteggiate nei 200m. Alla fine, ha prevalso Eleonora Nervetti, forte del suo 24”30, contro il comunque ottimo crono di 24”40 di Rebecca Cravedi. Le due compagne di allenamento si sono aggiudicate l’oro e l’argento. Nonostante il forte caldo, anche l’altra azzurra di casa Emma Casati e Mia Albasi hanno voluto essere della partita: sui 1500m, le due mezzofondiste biancorosse hanno ottenuto due ottimi risultati, tagliando il traguardo al secondo e terzo posto rispettivamente in 4’43”30 e 5’14”76. Leonardo Catelli è arrivato secondo con l’ottimo tempo di 23”10. Doppietta nei 1500m per Giovanni Tuzzi ed Elia Rebecchi, rispettivamente primo e secondo in 4’05”71 e 4’12”03. Buono anche il secondo posto di Anna Pissarotti nel salto in alto, gara in cui la giovane ha valicato l’asticella posta a 1,50m. Doppietta anche nel lancio del disco donne: Chiara Fagnoni ha vinto con un lancio a 26,46m, mentre Sara Dall’Orto ha scagliato l’attrezzo a 23,82m Buona la prova di Giulia Maria Perotti sui 100hs Assolute, che quindi prevedono un’altezza maggiore rispetto a quella abituale per le categorie inferiori: la giovane biancorossa ha comunque saputo gestire bene la gara, chiudendola al terzo posto con il tempo di 17,57m. Bene anche le Cadette Sofia Cefalotti e Veronica Cino, rispettivamente quinta e sesta in 11”00 e 11”02. La stagione estiva non è ancora giunta al termine: la settimana prossima sarà ora dei Campionati italiani Juniores, a cui saranno presenti diversi ragazzi dell’Atletica Piacenza.

Foto

Risultati

Altro fine settimana di attività intensa per l’Atletica Piacenza, impegnata a Modena nella fase regionale dei Campionati di Società. Il risultato più di spicco è stato sicuramente l’argento di Allegra Santelli. L’allieva di Gabriella Rondoni è riuscita infatti a guadagnarsi la partecipazione ai Campionati italiani Allievi, in programma per metà giugno. Allegra ha corso i 3000m in 10’52”13, ben al di sotto del tempo di 10’55”00 richiesto per passare la selezione. Prosegue quindi il periodo di forma del mezzofondo piacentino, che si mantiene una delle punte di diamante del sodalizio biancorosso, da anni sempre in prima fila nelle partecipazioni alle massime rassegne nazionali.

Risultato tecnico di livello anche quello di Chiara Piccinelli, 11,12m nel getto del peso da 3 kg, a pochi cm dal minimo per partecipare ai Campionati nazionali. Chiara sta attraversando un ottimo momento, in un continuo di crescita nella specialità, che sicuramente la porterà a raggiungere gli obiettivi che merita. Bella prestazione anche di Anna Pissarotti, che ha conquistato il bronzo sui 400hs con il tempo di 1’07”74: c’è ancora molto da migliorare, ma sicuramente la giovane allenata da Giovanni Baldini è sulla buona strada per diventare un’eccellente specialista nella disciplina Altro terzo posto per l’Atletica Piacenza, grazie a Tommaso Fezzi, che ha eguagliato il proprio primato personale, valicando l’asticella posta a 1,73m. Sembrano ancora ampi i margini di miglioramento per il giovane allenato da Cristina Bobbi. Al termine della prima fase, i biancorossi sono quarti nella classifica generale di squadra: segno che, oltre agli appena citati ottimi risultati individuali, ci sono anche tanti ragazzi che portano punteggi interessanti. L’Atletica Piacenza, infatti, tiene molto a fornire a tutti i propri interpreti la possibilità di migliorare e di contribuire attivamente alle gare di squadra.

Risultati

Giovanni Tuzzi ha compiuto la sua grande impresa. A Correggio (RE), in occasione dei Campionati regionali di 10000m su pista, uno delle pochissime occasioni per qualificarsi ai Campionati italiani sulla distanza, il portacolori biancorosso dell’Atletica Piacenza ha saputo finalmente compiersi. Accompagnato dal compagno di squadra Elia Rebecchi, Giovanni ha messo in scena un’ottima progressione, correndo ad un ritmo molto elevato e cercando di concentrarsi prima di tutto sul suo passo. La sua costanza lo ha portato a chiudere i 25 giri di pista in 30’52”07, lasciapassare per i tricolori Assoluti. A breve distanza lo seguiva Elia Rebecchi, 31’47”19, record personale. Giovanni ha approcciato la gara fin dai giorni precedenti con grande determinazione e allo stesso tempo con tranquillità, consapevole dei suoi mezzi e di quanto ancora possa migliorare anche su altre distanze più brevi. Anche grazie a queste premesse, ha saputo ottenere il bellissimo risultato appena descritto. Questa sicurezza in se stesso in realtà viene da un passato sportivo travagliato: Giovanni calca le piste di atletica regionali ormai da diversi anni, ma non era mai riuscito ad esprimersi ai livelli che in allenamento dimostrava di poter raggiungere. Molte sono state le delusioni, soprattutto considerata la beffa di riuscire a correre con tempi eccellenti in allenamento, per poi sciogliersi come neve al sole al momento della competizione. Nonostante questo, la caparbietà e un lungo lavoro su se stesso hanno finalmente portato il biancorosso a trovare il bandolo della matassa: già da due stagioni, in particolare da quella precedente, Giovanni ha saputo mettere in fila una serie di primati personali di assoluto livello e ora finalmente ha conquistato la partecipazione ai Campionati italiani Assoluti, massima rassegna nazionale. Grande soddisfazione per il 27enne piacentino, ma anche per il tecnico Giuliano Fornasari e per l’Atletica Piacenza, che ha aspettato e scoperto un talento tra le sue fila. Si segnalano anche alcuni ottimi risultati ottenuti ai Campionati di Società provinciali per la categoria Ragazzi/e e Cadetti/e, tenutisi al Campus Pino Dordoni il 10 aprile al mattino. Ottimi tempi e tripletta biancorossa sugli 80m Cadette: Sofia Cefalotti, Maria Garioni e Veronica Cino hanno corso rispettivamente in 10”6, 10”7 e 10”8, primati personali e medaglia d’oro, d’argento e di bronzo. Veronica ha ben figurato anche sui 300hs Cadette, coperti in 55”5. Si è fatta notare anche Veronica Rapacioli, 9,29m nel salto triplo Cadette. Molto bene Alessia Petitto, 9”1 sui 60m Ragazze e primo posto nella gara. Belle prestazioni anche di Taha SHatel e Gabriele Taschieri, primo e secondo con lo stesso tempo di 10”5 sui 80m Cadetti. Gabriele si è poi distinto sui 300hs, chiusi con il ragguardevole tempo di 48” netti. Carolina Bussei ha scagliato il peso Cadette a 8,03, record personale e prestazione di ottimo pregio.

 Infine, bellissima manifestazione organizzata dall’Atletica Piacenza a Castel San Giovanni il 9 aprile: la Castello Run, gara regionale su strada che ha riscosso un grandissimo risultato in termini di partecipazione e di entusiasmo, anche da parte dei giovanissimi. Il merito della perfetta riuscita dell’evento va soprattutto a Fausto Cassola, atleta storico in forza al sodalizio biancorosso, appassionatissimo corridore e instancabile organizzatore di occasioni di feste sportive come quella appena citata.

Foto Correggio

Foto Castel San Giovanni

Foto Piacenza

Risultati Piacenza

Nacque lo stesso giorno di Mel Brooks, attore comico, regista, scenaggiatore, vincitore di un Oscar. Pino Dordoni festeggerebbe, se fosse ancora tra noi, i novantasei anni. Invece chiuse gli occhi il 24 ottobre 1998, in una clinica di Piacenza dove era ricoverato da tempo. Era un sabato. Aveva poco più di 72 anni. Venti li aveva trascorsi, sulle piste e sulle strade di mezzo mondo, non solo Europa, per far ammirare quel suo stile elegante, composto, che non ha mai trovato imitatori. Altri trenta, sempre sulle piste e sulle strade del nostro piccolo globo, per assistere, consigliare, correggere, confortare nella sconfitta, gioire con molta misura nella vittoria, a fianco di quelli che considerava, pur non facendo sfoggio di frasi fatte, i "suoi" giovani, maschi o femmine che fossero, che eccellevano nella disciplina che lo aveva innalzato ai più grandi allori, quello olimpico sopra tutti: la marcia. Fu dal 1962 al 1991 il responsabile del Settore tecnico della marcia italiana per conto della Federazione, figura rispettata da tutti, magari mal sopportata da qualcuno. E dovremmo ancora aggiungere qualche anno, dal 1991 in poi, come segretario di quella Commissione marcia della quale era stato il vertice: un ruolo che non si addiceva alla sua tempra ma che aveva accettato piegando il capo ma non la schiena. Amareggiato, questo sì. Pino Dordoni, campione olimpico settant’anni fa. E come tale lo hanno voluto riportare all’attenzione dei disattenti i soci dell’Archivio Storico dell’Atletica Italiana «Bruno Bonomelli» e alcuni amici piacentini, anche con il sostegno della pubblicazione online «Trekkenfild». Una parte delle iniziative sono già state archiviate, altre sono in gestazione e dureranno almeno fino ad ottobre. Il prossimo appuntamento sarà al cimitero di Piacenza martedì 28 giugno (ore 10.30), il giorno della nascita di Dordoni. I soci A.S.A.I. deporranno una corona di alloro ai piedi della lapide nel famedio che rappresenta l’ultima dimora dei cittadini famosi della città emiliana. Oltre ai soci dell’Archivio Storico, dovrebbero partecipare dirigenti e atleti delle società piacentine e dello sport locale. L’invito è esteso a tutti coloro che vorranno esserci: aspettarsi partecipazione massiccia non è realistico, ma questi momenti sono di raccoglimento non di adunate da scampagnata.

SI RINGRAZIA L'ARCHIVIO STORICO DELL'ATLETICA ITALIANA

Foto

Brilla di nuovo la stella di Simone Boiocchi, ancora una volta protagonista ai Campionati italiani indoor FISDIR, tenutisi ad Ancona il 12 e 13 marzo. Il giovane biancorosso è riuscito anche quest'anno a competere ad altissimo livello, misurandosi con i migliori atleti della penisola. Da sempre velocista, Simone è riuscito anche questa volta a centrare sia la finale dei 60m sia quella dei 200m. Dopo aver conquistato la finale sui 60m, il giovane ha chiuso al sesto posto correndo la distanza classificandosi sesto in 8”27. Non ancora soddisfatto, il portacolori dell’Atletica Piacenza è riuscito a classificarsi quarto sui 200 con 27”18. Questi straordinari risultati sono merito anche dell’eccellente lavoro di squadra che coinvolge ormai da anni l’allenatore presidente Fabrizio Dallavalle e Sergio Mazzocchi, che si sono messi al servizio di Simone per aiutarlo nel suo bellissimo percorso di crescita. Simone, dal canto suo, ha sempre risposto presente, allenandosi con passione e duramente e trovando nel campo di atletica Pino Dordoni un posto in cui esprimere se stesso e farsi nuovi amici. Simone rappresenta una delle più belle storie dell’Atletica Piacenza e l’esempio di quanto bene possa fare lo sport per tutti i ragazzi.

Andrea Dallavalle si cuce sul petto il suo secondo "scudetto" assoluto. Nella cornice di uno degli stadi di atletica più prestigiosi d'Italia, il Raul Guidobaldi di Rieti, Andrea Dallavalle ha di nuovo stupito l'Italia intera nella sua specialità, il salto triplo. Dopo un nullo in avvio al primo salto, Andrea ha visto andare in testa il rivale Tobia Bocchi, carabiniere di Parma, che ha subito cercato di imporre un ritmo elevato chiudendo in sabbia a 16,86m. Al secondo salto Andrea ha iniziato a prendere le misure, balzando a 16,65m. È però al terzo salto che Andrea ha sfoderato tutto il suo talento cristallino: con un eccellente gesto tecnico l'atleta piacentino in forza alle Fiamme Gialle ha balzato un sontuoso 17,28m. Questo salto lo colloca ora momentaneamente al 5 posto a livello mondiale e secondo posto europeo. Estrema soddisfazione per l'allievo di Ennio Buttò, che vedrà il proprio atleta tra i protagonisti dei Giochi del Mediterraneo la settimana prossima in Algeria, altra tappa di avvicinamento ai Campionati mondiali Assoluti in programma a Eugene in Oregon (USA) a luglio. Buona prestazione anche per la velocista Eleonora Nervetti, che saluta però i Campionati italiani Assoluti con qualche rammarico. La giovane biancorossa dell'Atletica Piacenza allenata da Giovanni Baldini è partita molto bene dai blocchi salvo poi non riuscire a aprire a dovere il passo per rendere efficace il gesto: il risultato al termine della batteria è stato 11"92, comunque ottimo tempo, che non le consente di accedere alla finale.

Pagina 1 di 12