• +39 338 90 87 477

L’Atletica Piacenza e i suoi ragazzi, dai più piccoli ai più grandi, cercano di tenere duro nonostante la situazione grave e gli impedimenti necessari a contrastarla. Il settore vive nell’incertezza come tutti, ma la voglia di sport e di ricercare una nuova quotidianità non si sono spente nemmeno a causa del virus. A Lorenzo Geroldi, biancorosso della categoria Ragazzi, manca potersi allenare al Campus Pino Dordoni: l’allenamento non rappresenta per lui solo un’occasione per appassionarsi all’atletica e imparare lo sport seguendo i preziosi consigli del coach Antonino Parrello, ma anche una bellissima occasione di condivisione con gli amici. Tuttavia, l’impossibilità di andare in pista non ha fermato l’attività: gli allenatori Antonino, Serena Magistrali e Silvia Airoldi hanno escogitato allenamenti di un’ora, da eseguire ciascuno nelle proprie abitazioni, per tenere i propri ragazzi in forma in vista di un eventuale ritorno in pista e per permettere ai giovanissimi di proseguire un’attività sportiva. Molto nostalgici del campo anche Chiara Mazzoni e Francesco Tregnaghi, atleti della categoria Cadetti, allenati da Cristina Bobbi. Chiara si è resa conto di quanto le manchino non solo le corse, i salti e gli amici, ma anche le cose che meno apprezzava degli allenamenti: la fatica, le ripetute, il freddo, anche se resi sempre più leggeri dalle risate dei compagni e dall’allenatrice «che ci ha sempre tenuti su di morale e motivati a dare il meglio con il sorriso». Anche Francesco pensa spesso durante il giorno a quanto gli piacerebbe tornare a rivedere la pedana e a poter riprendere a competere con i suoi avversari, data la sua indole molto competitiva. Entrambi possono comunque contare sui programmi di allenamento casalinghi che tutti i tecnici dell’Atletica Piacenza continuano a fornire ai propri ragazzi. Non è come l’atletica vera ma, secondo Chiara, «fanno venire voglia di libertà». Anche gli atleti più forti sono costretti agli allenamenti casalinghi, al massimo nel cortile o nel giardino. Lorenzo Cesena, due volte bronzo tricolore nei 400hs allenato da Giovanni Baldini, fa il possibile per rimanere in forma, nella speranza che la stagione non sia totalmente da abbandonare. I suoi obiettivi rimangono possibilmente i Campionati italiani, per il momento provvisoriamente posticipati. Diventa difficile mantenere la forma per chi dovrebbe poter fare molte ripetute e prove sugli ostacoli. Tuttavia, i tempi lo richiedono ed è necessario rispettare le regole e sperare che il pericolo passi al più presto. L’Atletica Piacenza continua ad incoraggiare lo sport, l’attività, la quotidianità dei propri tesserati nel rispetto delle regole e delle restrizioni necessarie. Il sodalizio biancorosso e i suoi tecnici non abbandonano i propri atleti: tramite riunioni a distanza, la programmazione e l’organizzazione sportiva prosegue.

Simone Boiocchi è tornato in pista ai Campionati italiani indoor  FISDIR di Ancona il 24 e il 25 di gennaio. Il suo è stato un ritorno in grande stile: già nella giornata di venerdì, lo sprinter dell’Atletica Piacenza ha stupito ancora una volta tutti, conquistando la medaglia d’argento nei 60m ed abbassando nuovamente il suo primato personale, ora di 8”18. Nella mattinata di sabato, Simone è riuscito a guadagnare la quarta posizione, riconfermandosi sui suoi standard nella gara dei 200m: la sua volata lo ha portato a sfiorare il podio, concludendo la fatica in 26”64. L’Atletica Piacenza è orgogliosa del lavoro svolto dal tecnico-presidente Fabrizio Dallavalle e dall’accompagnatore di Simone Sergio Mazzocchi: la loro opera si è tradotta nuovamente in un miglioramento per il ragazzo biancorosso, in crescita costante da diversi anni sotto la loro guida tecnica. Ma il merito più grande è quello di Simone: la sua forza di volontà senza eguali, i suoi allenamenti assidui e le sue qualità l’hanno consacrato tra i migliori atleti della specialità in Italia. Il fine settimana passato ha visto l’Atletica Piacenza occupata su diversi fronti: oltre ad Ancona, si sono tenuti a Parma i Campionati regionali Allievi, Juniores e Promesse. Il risultato migliore di giornata è stato riportato da Nasko Stamenov: il nazionale macedone ha vinto il salto in alto Juniores saltando 1,94m. Oro regionale anche per Greta Sgorbati, protagonista nel salto in lungo Juniores con 5,17m, primato personale. Primati personali anche per Kirill Visigalli: dopo essersi regalato la medaglia di bronzo con la misura di 12,59m nel salto triplo Allievi, il giovane è giunto secondo nel salto in lungo Allievi balzando a 5,67m, perfezionando il proprio record per ben tre volte in gara. Argento anche per Christabell Acheampong, che si è distinta nei 50m, corsi con il personale di 7”08. Medaglia di bronzo per Vittoria Ferrari: nei 50hs Allieve, la giovanissima biancorossa ha anche staccato il biglietto per partecipare ai Campionati italiani di categoria, grazie al crono di 7”73. Bronzo anche per Sara Bertuzzi nel salto triplo juniores, grazie alla misura di 10,23m. Ai Campionati di lanci invernali di Carpi (MO), l’Atletica Piacenza ha fatto parlare di sé, grazie soprattutto al terzo posto nella gara Juniores di Andrea Rinaldi: il ragazzo ha scagliato il martello da 6kg a 49.31m. Molto bene anche Paolo Montani, primo nel lancio del disco Juniores con la misura di 26,24m; buona prova di Federico Marzaroli, bronzo nel disco Promesse, ottenuto scagliando l’attrezzo a 30,03m; infine, eccellente prestazione di Matteo Ceruti, ad un inezia dal minimo di partecipazione per i Campionati Italiani Juniores nel getto del peso, in cui è riuscito a migliorarsi con un lancio da 12,87m in occasione del meeting di lanci indoor tenutosi a Casalmaggiore (CR). Si segnalano anche due ulteriori podi nel Meeting giovanile indoor di Modena: Francesco Tregnaghi si è classificato al secondo posto nel salto triplo Cadetti con la misura di 11,64m, seguito dal compagno di squadra Leonardo Soldi, bronzo con la misura di 11,34m. L’Atletica Piacenza ha dimostrato ancora una volta di poter coprire numerosissime competizioni in un solo weekend, riportando peraltro una grande quantità di successi: ben cinque palcoscenici, di cui uno nazionale, 4 ori, 3 argenti e 7 bronzi nonché numerosi altri piazzamenti e record personali. Il sodalizio biancorosso si riconferma una realtà in grado di portare al miglioramento non soltanto gli atleti d’élite, ma anche i volenterosi ragazzi che affollano il Campus Dordoni per gli allenamenti settimanali.

Sono stati quattro i Cadetti dell’Atletica Piacenza convocati a sostenere i colori dell’Emilia-Romagna ai Campionati italiani di categoria, tenutisi a Forlì il 5 e 6 ottobre. Monia Harbi si è distinta tra i piacentini in gara giungendo sesta nei 1000m femminili con il record sociale di 3’03”05. La giovane si è piazzata ai piedi del podio ed è soltanto al primo anno di categoria: dunque le prospettive sono ottime per l’avvenire. Ottima prestazione anche per Vittoria Ferrari: la portacolori biancorossa si è qualificata per la finale B con il tempo di 48”43, per poi migliorarsi in finale correndo la distanza in 47”36. Sfortunate le prove di Filippo Arisi e di Samuel Signaroldi: il primo non è riuscito a migliorarsi nel lancio del disco, che si è fermato a 26,64m; il secondo si è qualificato per la finale B nei 100hs grazie al crono di 14”67, salvo poi inciampare sul quinto ostacolo del turno successivo e dunque non giungere alla fine. Eccellenti anche le prove dei biancorossi ai Campionati regionali categoria Ragazzi/e, svoltisi a Busseto (PR). Oro per Antonio Maria Petitto sui 60m, chiusi in 8”01: grazie a questo tempo, il giovane ha distanziato il secondo di ben 4 decimi. Non soddisfatto, Antonio è giunto secondo nel salto in lungo, con un bel balzo a 4,86m. Argento per Sitota Lambrini nel getto del peso: fresco vincitore del Trofeo CONI nazionale, il ragazzo ha scagliato l’attrezzo a 14,84m. Bronzo per Carolina Quagliaroli: la ragazza ha valicato l’asticella posta a 1,41m nel salto in alto. Le ottime prove dei Ragazzi dell’Atletica Piacenza conferma la bontà del lavoro svolto da Antonio Parrello, tecnico responsabile del settore giovanile del sodalizio guidato da Fabrizio Dallavalle. Si segnala inoltre l’eccellente chiusura di stagione di Giovanni Tuzzi: a Cremona, il 6 ottobre, il piacentino ha corso i 3000m in 8’43”03, gareggiando di fatto in solitaria.

L’Atletica Piacenza è tornata alla ribalta in occasione dei Campionati di Società di Cross. A Bologna, il 19 gennaio, si è tenuta la prima prova del circuito regionale che assegnerà i titoli di Campione regionale a squadre delle varie categorie. La giornata piovosa e il clima rigido hanno reso il percorso già di per sé ricco di curve ancora più complicato: ma i giovani biancorossi non si sono fatti intimorire e hanno ottenuto ottimi risultati. La migliore prestazione di giornata è da ascrivere ad Emma Casati. La piccola stella piacentina del mezzofondo ha letteralmente dominato la competizione Allieve sui 3km: nonostante le complicanze del tempo, Emma ha staccato le avversarie di quasi un minuto, concludendo la prova in 10”41. Il suo stato di forma sembra eccellente, anche in considerazione dello strabiliante terzo posto ottenuto alla Campestre del Campaccio. La ragazza allenata da Giuliano Fornasari è ora pronta per nuove imprese sportive di altissimo livello. Grandi prestazioni anche nella categoria Cadetti: Davide Bolzoni ha conquistato la medaglia di bronzo coprendo il percorso di 2,5km in 7’29”, precedendo i compagni Ignazio Pio Racioppoli, sesto in 7’40”, Flavio Zaretti, quattordicesimo in 7’54”, e Francesco Zanirato, sedicesimo in 8’01”. Tra le Cadette, spicca il risultato di Monia Harbi, settima sui 2km con il tempo di 6’44”. Ottimo anche Filippo Giandini, che è riuscito ad approdare tra i migliori dieci, classificandosi proprio al decimo posto sui 6km della gara Juniores Uomini, grazie al crono di 21’25”. Anche a livello di squadre l’Atletica Piacenza ha fatto registrare piazzamenti davvero interessanti: i Cadetti guidano la classifica generale; le Allieve, trascinate da Casati, sono al momento al secondo posto in classifica; la compagine Juniores Uomini è al momento in quarta posizione. Contemporaneamente, nelle competizioni indoor, il sodalizio biancorosso ha riportato diverse buone prestazioni, alcune davvero ottime. Al Meeting regionale assoluto, di Parma, il 18 gennaio, Vittoria Ferrari è giunta seconda nei 50hs in 7”85, seguita dalla compagna Camilla Cesena, quinta in 8”17. Bene anche Eleonora Nervetti, quarta in 6”77 sui 50m piani. Si sta ritrovando anche Tommaso Boiardi nel salto in lungo, gara in cui è giunto sesto con un salto a 6,48m. Al Meeting regionale indoor giovanile, Antonio Maria Petitto si è classificato terzo nella finale 2 dei 60m piani Cadetti con il tempo di 7”92. Nella stessa gara, ma al femminile, Chiara Sverzellati vinceva la finale 2 in 8”36. Molte eccellenti conferme e tanti risultati incoraggianti, soprattutto di squadra, hanno dunque incorniciato il fine settimana del sodalizio biancorosso, con la testa già ai prossimi impegni agonistici.

 

Foto

Risultati

 

 

 

 

Si chiude un altro splendido weekend di gare per l’Atletica Piacenza, impegnata nella finale del gruppo adriatico dei Campionati nazionali di Società Allievi, tenutisi a Modena il 28 e il 29 settembre. Il sodalizio biancorosso ha schierato sia la squadra maschile che quella femminile: la prima si è posizionata decima, la seconda invece quarta, ai piedi del podio. Ci sono stati diversi risultati individuali davvero esaltanti. Ha mancato la tripletta Filippo Giandini: nei 1500m, Filippo è infatti caduto mentre affrontava la volata finale. Tuttavia, il giovane non si è arreso: il giorno seguente, ha vinto il rush finale degli 800m, chiusi in 2’00”68, resistendo tenacemente alle incursioni avversarie. E’ inoltre stato protagonista della bellissima staffetta 4x400 con Bongiorni, Matteo Milani e Pietro Ferrarini, prima al traguardo con 3’33”33. Tripletta invece per Mattia Bongiorni: oltre all’oro nella staffetta, il giovane ha vinto i 400m con il personale di 52”04. Mattia non è poi riuscito a fare tris d’oro, aggiudicandosi comunque l’argento con 23”43 sui 200m. Chiude la lista dei medagliati maschili Matteo Milani: nei 400hs, il portacolori biancorosso ha ottenuto la medaglia di bronzo con il tempo di 58”16. Greta Sgorbati si è notevolmente migliorata, giungendo seconda sia nel salto in lungo sia nel salto triplo: nella prima gara ha portato il proprio personale a 5,12m; nella seconda invece ha saltato 10,67m. Emma Casati si è misurata con eccellenti avversari nelle medie e lunghe distanze dei 1500m e 3000m: nei 1500 è giunta al terzo posto, grazie al crono di 4’42”25; nei 3000m è arrivata all’argento, correndo in 10’07”55. Sofia Porcari ha affrontato la gara dei 400hs: nonostante numerosi errori tecnici, la portacolori biancorossa è giunta terza con il record personale di 1’08”47 e la consapevolezza di poter migliorare ancora tanto. Inoltre, Sofia è stata protagonista della staffetta 4x100 insieme alle compagne Marta Bona, Chiara Rossetti ed Eleonora Nervetti: le 4 hanno vinto la gara con il tempo di 50”31. Altra tripletta biancorossa grazie ad Eleonora Nervetti: dopo l’oro nella staffetta, Eleonora ha vinto i 100m in 12”51 e ha poi conquistato l’argento correndo i 200m in 26”14 ad un soffio dal gradino più alto del podio. L’Atletica Piacenza chiude dunque il fine settimana e la stagione Allievi con un bottino di 5 medaglie d’oro, quattro d’argento e due di bronzo ai Campionati nazionali di Società.

 

Foto

Risultati

La stagione 2020 dell’Atletica Piacenza inizia con il consueto Cross del Campaccio, tradizionale competizione di corsa campestre di livello internazionale, tenutasi il 6 gennaio a San Giorgio su Legnano. L’evento è sempre caratterizzato da una foltissima partecipazione da tutta Italia e, ormai da diversi anni, conta sulla presenza di atleti internazionali di livello altissimo, soprattutto etiopi o kenyani. L’Atletica Piacenza era presente con una piccola delegazione di giovanissimi, i quali hanno ottenuto egregi miglioramenti rispetto all’anno precedente.Sorprendente terzo posto per Emma Casati: fresca di raduno nazionale a Tirrenia i primi giorni di gennaio, l’allieva di Giuliano Fornasari ha lasciato il segno. Sul percorso di 4 km, in una giornata soleggiata e dunque con un terreno non particolarmente accidentato, Emma ha provveduto a un deciso cambio di ritmo al terzo km. In questo modo, insieme a tre sue omologhe, è riuscita a sbarazzarsi del resto del gruppo, per poter battagliare con le due avversarie rimaste. Alla fine, Emma ha dovuto arrendersi soltanto allo sprint e, comunque, ha chiuso l’avventura a brevissima distanza rispetto alle concorrenti: la prima classificata, Miriam Scerra, ha concluso la fatica in 14’39”, seguita a brevissima distanza da Nicole Coppa, 14’43”, e, appunto, dalla biancorossa Casati, 14’47”. Tra i cadetti, hanno brillato Davide Bolzoni e Flavio Zaretti, allenati da Gabriella Rondoni. I due, dopo un duro inverno di lavoro sono riusciti a migliorare decisamente rispetto al “Campaccio” di dodici mesi fa, in cui erano giunti tra il quindicesimo e il trentesimo posto. Il 6 gennaio, invece, i due hanno compiuto una vera scalata alla classifica sui 2,5 km del percorso: Davide è giunto quinto, dopo aver percorso la distanza in 8’30”; Flavio si è invece piazzato al quindicesimo posto, in 9’00”. La crescita esponenziale dei due giovani lascia ben sperare per il prosieguo della stagione. Come si è accennato, Emma Casati è stata convocata al raduno nazionale giovanile di Tirrenia (PI) insieme al tecnico Giuliano Fornasari. Lo scopo del raduno è principalmente di monitoraggio sulle condizioni fisiche degli atleti prima degli imminenti impegni agonistici e in prospettiva delle gare internazionali eventualmente in programma per l’anno; secondariamente, come ogni raduno, è un’importante occasione di confronto tecnico tra gli allenatori nazionali. Tempo di ritiro anche per Andrea Dallavalle, ragazzo cresciuto nell’Atletica Piacenza e ora in forza al Gruppo Sportivo Fiamme Gialle. Andrea si è trasferito momentaneamente a Tenerife, alle Canarie, per le prime due settimane di gennaio, al fine di intensificare i propri allenamenti in una condizione climatica migliore di quella invernale padana. Accompagnato sempre dal tecnico Ennio Buttò, Andrea potrà godere della compagnia dei più forti atleti italiani durante gli allenamenti. Il vantaggio di trasferirsi per un periodo in un luogo caldo è fondamentale per gli atleti di livello internazionale.

Foto

Andrea Dallavalle è ai nastri di partenza in questa sua nuova avventura ai Campionati mondiali di atletica leggera. Il giovane cresciuto nell’Atletica Piacenza in forze al gruppo sportivo Fiamme Gialle è il secondo piacentino della storia, dopo Manuela Gentili, ad essere stato convocato in nazionale maggiore per l’evento iridato. La gara di qualificazione si terrà il 27 settembre alle 19:25 (18:25 ora italiana) allo Stadio Khalifa di Doha, in Qatar. La diretta sarà disponibile sul sito www.fidal.it, cliccando sugli articoli riguardanti la manifestazione, oppure su Raiweb. In differita, anche sul digitale terrestre su Rai Sport. Ci sarà dunque anche un po' di Piacenza in questa rassegna iridata, grazie al talento piacentino Dallavalle, che darà il massimo per portare alto il nome della nostra città.

Due settimane dopo la vittoria ai Campionati italiani under23, Andrea Dallavalle si è ripresentato in pedana ai Campionati italiani assoluti di Ancona, il 23 febbraio. La gara è apparsa fin da subito molto più dura rispetto all’occasione precedente: tra i tanti atleti oltre i 16 metri, Tobia Bocchi, carabiniere di Parma, e Samuele Cerro apparivano gli avversari più quotati in grado di impensierire il finanziere cresciuto nell’Atletica Piacenza. Il giovane Dallavalle è riuscito a sopravanzarli quasi subito: dopo un primo salto lungo ma nullo di pochissimo, il secondo a 16,51m ha regalato ad Andrea il primato in classifica. Ma con grande sorpresa generale, Edoardo Accetta ha lasciato l’impronta in sabbia a 16,62m, suo record personale. Andrea non è rimasto a guardare, incrementando ulteriormente la sua prestazione, portata all’ultimo salto a 16,53m. Il salto però non è bastato. Il finanziere di Gossolengo non era pienamente soddisfatto: non è infatti riuscito ad implementare alcuni particolari tecnici che sicuramente lo avrebbero proiettato più lontano in buca. Ha comunque ben impressionato il salto a 16,51m, nel quale Andrea ha ottenuto un’ottima misura pur sbagliando il secondo dei tre balzi necessari al gesto: sintomo che i margini sono ancora molto ampi. Appuntamento internazionale per Nasko Stamenov, che ha partecipato con la nazionale macedone ai Giochi dei Balcani indoor under20 il week-end dell’8 e 9 febbraio. Il giovane studente del Liceo Respighi ha valicato l’asticella a 1,95m, commettendo qualche imprecisione tecnica che non gli ha permesso di ottenere misure maggiormente elevate. Il giovane dell’Atletica Piacenza risulta tuttavia in ripresa dopo un breve periodo di stop che ne aveva compromesso la preparazione invernale. Vittoria invece per la squadra Cadetti dell’Atletica Piacenza, impegnata nei contemporanei Campionati regionali individuali e di società di corsa campestre, tenutisi a Imola. I giovani under16 biancorossi, trascinati dal terzo posto di Ignazio Pio Racioppoli e dall’ottavo di Flavio Zaretti, che hanno corso la gara sui 2,5km rispettivamente in 8’59” e 9’03”, hanno guidato la classifica generale per tutta la durata dei Campionati e si sono dunque aggiudicati l’oro. Grande primo posto anche per Emma Casati, 15’59” sui 4 km Allieve. La  giovanissima Emma consolida dunque il proprio dominio in Regione. Settimi Monia Harbi sui 2km Cadette, corsi in 8’04”, e Giovanni Tuzzi sui 10 km, chiusi in 35”18. Medaglie pregiate e di livello anche nazionale assoluto e partecipazioni a manifestazioni internazionali contraddistinguono sempre più l’attività dell’Atletica Piacenza, che lavora in modo eccellente anche sulle squadre e non solo a livello individuale.

Il 1o dicembre a Casalmaggiore (CR) si è disputato il “Cross del Po”, manifestazione di corsa campestre per le rappresentative regionali di Cadetti e Allievi. L’Emilia-Romagna era presente e i portacolori dell’Atletica Piacenza hanno costituito un apporto irrinunciabile. Il miglior risultato di giornata per l’Atletica Piacenza e per l’Emilia-Romagna è stato quello di Emma Casati, quarta al traguardo della gara sui 4km, con il tempo di 12’46”. Filippo Giandini si è piazzato al ventiseiesimo posto sui 4km, con il tempo di 11’37”. Ventiseiesima anche Monia Harbi, in recupero da un infortunio al piede, grazie al crono di 8’39” sul percorso di 2km destinato alle Cadette. Davide Bolzoni è giunto al sedicesimo posto, correndo i 2,5km Cadetti in 7’58”, seguito dal compagno Flavio Zaretti, che ha corso come individualista e si è piazzato al ventiquattresimo posto con il tempo di 8’19”. Ancora brillanti risultati per i biancorossi di Giuliano Fornasari e Gabriella Rondoni, che stanno crescendo un bel gruppo di mezzofondisti, in grado di far parlare di sé anche a livello nazionale, sia ora sia nel futuro. Appuntamento ora alle prossime campestri che chiuderanno la stagione 2019, ormai proiettata verso l’anno venturo.

Foto

Risultati

Il weekend del 21 e 22 settembre è stato tempo di Campionati Regionali per l’Atletica Piacenza. A Misano Adriatico (RN), si sono tenuti i Campionati regionali della categoria Cadetti. Il sodalizio biancorosso si è distinto grazie a 2 ori, 2 argenti e 4 bronzi. Samuel Signaroldi ha vinto la gara dei 100hs siglando un bellissimo personale di 14”28: prestazione notevole, giunta dopo continui miglioramenti tecnici nella specialità. Oro anche per Monia Harbi, nei 1000m: grazie ad una progressione magistrale, anche Monia è riuscita a battere il proprio primato, ora di 3’07”62. Sempre la giovane mezzofondista è stata in grado di correre i 2000m in 7’04”00, abbassando il suo record di 13 secondi e mettendosi la medaglia d’argento al collo. Secondo posto raggiunto nel lancio del disco anche da Filippo Arisi, che è riuscito a scagliare l’attrezzo a 33,14m.Davide Bolzoni ha migliorato la sua miglior prestazione sui 1200siepi, grazie ad una volata di 3’36”80. Negli ostacoli femminili, doppietta di bronzo per Vittoria Ferrari, 12”88 nei 80hs e 48”10 nei 300hs. Chiude la lista dei medagliati Christabell Acheampong, terza nel salto triplo con la misura di 10,25, suo primato personale. Questi Campionati sono serviti come “trials” per formare la rappresentativa regionale che parteciperà ai Campionati italiani Cadetti da tenersi il 5 e 6 ottobre a Forlì. Grazie alle loro prestazioni, saranno 4 gli atleti biancorossi che parteciperanno: Samuel Signaroldi, Monia Harbi, Filippo Arisi e Vittoria Ferrari. Nel frattempo, a Modena, si tenevano i Campionati regionali Allievi, Juniores e Promesse. In questa occasione, l’Atletica Piacenza ha fatto letteralmente incetta di medaglie: il bottino comprende 13 ori, 5 argenti e 7 bronzi. Doppietta individuale nel mezzofondo per Emma Casati e Filippo Giandini: la prima ha dominato i 1500 Allieve in 4’46”66 e i 3000m in 10’15”07; il secondo ha battuto la concorrenza negli 800 e nei 2000siepi Allievi, rispettivamente in 1’58”52 e 6’23”58, per poi vincere anche il titolo nella staffetta 4x400 con i compagni Bongiorni, Scilio e Ferrarini, che hanno chiuso il miglio in 3’34”91. Anche le staffette 4x100 Allievi e Allieve si sono classificate al primo posto: quella femminile composta da Bona, Porcari, Rossetti e Sgorbati ha chiuso il giro in 51”19, mentre quella maschile di Mazzoni, Milani, Ferrarini e Castiglia in 46”35. Lorenzo Cesena ha vinto i 400hs Juniores in 55”73 ed è giunto secondo nei 400m in 50”78, mentre l’omonima Camilla Cesena si aggiudicava il salto in alto Allieve, per poi essere anche terza nei 100hs femminili con 16”11. Oro anche nel salto in lungo Allieve grazie a Greta Sgorbati, che dopo aver migliorato il suo personale nel salto triplo, portato a 10,37m, ha migliorato anche nel lungo con 5,04m. Hanno vinto anche Nasko Stamenov nel salto in alto Allievi, in una gara compromessa dalla pioggia, con 1,84m, Matteo Ceruti, 12,14m nel getto del peso Juniores, e Rebecca Cravedi nei 400m Promesse con 59”96. Rebecca è anche giunta terza nei 200m Promesse con 26”31. Secondi posti per Sofia Porcari, 1’08”91 nei 400hs Allieve, Andrea Amore, 4’17”28 e anche bronzo negli 800m con 2’02”04, Andrea Rinaldi nel lancio del martello, scagliato a 49,01m, e per Federica Carlappi nel salto triplo, grazie ad un balzo a 11,14m. Numerose, infine, anche le medaglie di bronzo: Mattia Bongiorni si è aggiudicato la terza piazza con 52”30 nei 400m Allievi, Chiara Rossetti è giunta terza nei 200m Allieve con il crono di 27”22; Claudia Ferri è salita sul gradino più basso del podio del salto in lungo con la misura di 4,69m e così anche Sara Bertuzzi nel triplo Juniores con 10,31m.  L’Atletica Piacenza si conferma una società sportiva a tutto tondo, in grado di sviluppare i talenti provenienti dal territorio e di portare alto il nome della città a livelli nazionali e, in qualche caso, anche internazionali o mondiali.

Foto

Risultati

L’Atletica Piacenza si è ritrovata nuovamente impegnata su più fronti nel weekend del 15 e 16 febbraio. Ad Ancona si sono tenuti i Campionati italiani indoor categoria Allievi. La società biancorossa ha accompagnato una piccola spedizione di ragazze. Vittoria Ferrari ha partecipato ai 60hs, purtroppo non riuscendo ad esprimersi al meglio delle proprie possibilità, concludendo la prova in 9”63, abbastanza lontana dal suo primato personale. La stessa è stata poi protagonista della 4x1giro, unica staffetta prevista nelle gare indoor, insieme a Camilla Cesena, Marta Bona e Cecilia Rebecchi. Le quattro piacentine hanno ottenuto il tempo di 1’51”02. In contemporanea, si sono tenuti i Campionati regionali categoria Cadetti e Cadette. Buone le prove nei salti in estensione per Francesco Tregnaghi, che ha migliorato il suo personale nel salto in lungo giungendo quarto con un salto a 5.60m. Lo stesso Francesco è giunto terzo nel salto triplo, balzando a 11,13m. Sempre nel salto triplo, Leonardo Soldi e Luca Clerici hanno seguito il compagno a breve distanza, arrivando quarto e quinto rispettivamente con le misure di 11,08m e 11,04m. Chiara Sverzellati ha conquistato la finale A nei 60m piani, correndo la batteria in 8”21, per poi ripetersi in finale, agguantando la sesta posizione in 8”25. Antonio Petitto ha invece corso la batteria in 7”79, riuscendo a qualificarsi per la finale B, chiusa poi in 7”71, tempo che gli è valsa la settima piazza. Si segnala anche il buon salto di Giulia Boccuni, 1,42m nel salto in alto.

Domenica 10 novembre si sono tenuti i consueti Campionati provinciali di corsa campestre a Fiorenzuola e l’Atletica Piacenza non poteva mancare con il meglio degli specialisti del settore.Tra gli Assoluti ha vinto Andrea Amore seguito da Michele Pezzati: i due hanno ottenuto rispettivamente il tempo di 17’26”42 e 17’59”27 sui 5km. Nelle Assolute, Chiara Dallavalle si è aggiudicata la medaglia d’argento con il tempo di 13’14”81 sui 3 km. Sempre sul percorso di 3km, ma nella categoria Allievi, è stata tripletta biancorossa sul podio grazie a Filippo Giandini, primo in 10’07”36, Giulio Bianchi, secondo in 10’21”74, e Andrea Scilio, terzo in 10’39”94. I tre sono erano seguiti da altri due compagni di squadra, Matteo carini e Samuele Romersi. Tripletta dell’Atletica Piacenza anche nella categoria Allieve, sulla stessa distanza dei maschi: ha trionfato Emma Casati con il tempo di 10’49”44, seguita da Elisa Magnaschi, 12’54”63 e da Amelia Sampaolo, 13’19”64. Sui 2km riservati alla categoria Cadetti, il sodalizio biancorosso ha visto l’argento di Davide Bolzoni in 6’39”63 e il bronzo di Flavio Zaretti, che ha chiuso la fatica in 6’41”02. Sulla medesima distanza, ma al femminile, si è aggiudicata l’oro tra le Cadette Monia Harbi, con il tempo di 7’32”6. Nella categoria Ragazzi, Antonio Petitto è giunto al secondo posto nei 1000m, seguito a breve distanza dal compagno Camillo Palpi, rispettivamente in 3’25”60 e 3’29”42; al femminile si è aggiudicata l’oro Lisa Russo con il crono di 3’37”26, mentre a Giulia Boccuni è toccato l’argento, grazie al tempo di 3’48”29. Gli esordienti A hanno gareggiato sui 800m: tra i maschi Davide Zanirato ha vinto la gara con 2'53”99, mentre Lorenzo Geroldi è giunto terzo con il tempo di 3’18”18. Tra le femmine, l’Atletica Piacenza ha potuto contare sulla vittoria di Lavinia Guarnieri e Anna Rossetti, rispettivamente in 3’20”02 e 3’24”43. Infine, Valentino Palpi è riuscito ad ottenere la medaglia di bronzo sul percorso da 600m degli esordienti B. Oltre ai bellissimi podi e vittorie, l’Atletica Piacenza ha potuto contare su una nutritissima partecipazione di molti dei suoi ragazzi, che hanno contribuito a rendere la manifestazione organizzata dalla Fiorenzuola Atletica una festa del cross piacentino.

Foto

Risultati

 

Andrea Dallavalle, saltatore cresciuto nel vivaio dell’Atletica Piacenza, ora in forze al Gruppo Sportivo Fiamme Gialle, può finalmente preparare le valigie per volare a Doha: è proprio in Qatar che si terranno i Campionati mondiali assoluti di atletica leggera. Per Andrea, la rincorsa a questo sogno è iniziata molto da lontano: proveniente da una famiglia di atleti, è stato preso sotto la guida di Ennio Buttò, con cui ha maturato numerosi successi. Il sodalizio tra i due ha infatti portato a sette titoli tricolori, 4 medaglie europee, due argenti e due bronzi, 3 record italiani, il tutto nelle categorie giovanili. Dal 2017, Andrea ha iniziato ad affacciarsi seriamente nell’atletica dei grandi: grazie ad un poderoso balzo a 16,87m, ottenuto a Grosseto in occasione dell’argento europeo, il piacentino riusciva a staccare il biglietto per partecipare ai Campionati mondiali assoluti di quell’anno. Tuttavia, in quell’occasione, si decise di non partire: il ragazzo non era ancora pronto ad affrontare una sfida simile. Dopo un 2018 molto travagliato a causa degli infortuni, Andrea è tornato alla ribalta nel 2019 con un bronzo europeo under23 a Gaevle, in Svezia, grazie alla misura di 16,95m, che gli ha permesso di qualificarsi per i mondiali e di posizionarsi al primo posto nelle graduatorie italiane stagionali. Ora, pronto per questa nuova entusiasmante avventura, Dallavalle sta ultimando la preparazione in vista della gara di qualificazione del 27 settembre. Come procede la rifinitura? Gli ultimi allenamenti procedono come previsto. Sono pronto a mettermi in gioco e duellare con i grandi. Ai Campionati del mondo dovrai affrontare super atleti del calibro degli statunitensi Christian Taylor e Will Claye, entrambi detentori di un personale oltre i 18m: come ti fa sentire l’idea di incontrarli in pedana? Sarà un’emozione unica, ho la pelle d’oca solo al pensiero. Sono onorato di poterli affrontare e allo stesso tempo fiero del lavoro svolto insieme ad Ennio e a Daniele Gandolfi, il mio fisioterapista: abbiamo lavorato in sinergia e i risultati non si sono fatti attendere. Ora bisogna mantenere la concentrazione e finire il lavoro. La qualificazione sarà il primo scoglio: cosa ti aspetti? Quanto servirà per raggiungere la finale? La qualificazione sarà la vera gara per me, perché per passare al turno di finale dovrò saltare il mio personale o quantomeno nelle vicinanze. Sarà dura, ma mai porsi limiti. A chi devi, oltre a te stesso, questo successo? Innanzitutto, al mio allenatore ed alla mia famiglia, elementi davvero indispensabili. Ma altrettanto indispensabili sono stati il mio fisioterapista, la mia ragazza e tutti i miei amici, oltre alla mia società di origine, l’Atletica Piacenza, e a quella per cui gareggio ora, le Fiamme Gialle. Senza tutte queste persone, non sarei potuto giungere fino a qui. Appuntamento dunque al 27 settembre, pronti a sognare insieme ad Andrea, che porterà alto il nome di Piacenza nel mondo in questa nuova avventura in maglia azzurra.

 

 Il talento piacentino, cresciuto nell'Atletica Piacenza, ora in forza al Gruppo Sportivo Fiamme Gialle, si è ripreso il palcoscenico nazionale nel salto triplo, presentandosi in pedana in occasione dei Campionati italiani U23 tenutisi ad Ancona il weekend appena trascorso. Fin dal primo salto, il risultato finale della gara di salto triplo maschile è sembrato in cassaforte: Andrea ha subito distanziato la concorrenza, atterrando in sabbia a 16,33m.  Dopo aver preso confidenza, il giovane ha poi allungato: già al tentativo successivo, la misura è stata portata a 16,61m, primato personale indoor e quarta misura indoor all time u23.  Sono dunque bastati i classici due salti a Dallavalle per imporre il proprio dominio: in seguito al terzo salto, tecnicamente non perfetto, l'allenatore Ennio Buttò ha deciso di concludere la gara del proprio atleta, per prevenire il rischio di infortuni, sempre in agguato in una specialità così traumatica.  Per Andrea Dallavalle si tratta dell'ottavo titolo italiano e soprattutto di un eccellente ritorno in pedana in seguito all'infortunio alla caviglia che aveva compromesso gli ultimi Campionati mondiali a cui il giovane ha partecipato l'autunno scorso. Stupisce in positivo soprattutto la rincorsa ridotta di 14 appoggi con cui il ragazzo ha blindato la gara, dimostrando di avere prospettive di miglioramento notevoli in seguito alla preparazione invernale.  Anche Lorenzo Cesena ed Eleonora Nervetti hanno partecipato ai Campionati italiani di Ancona, ma per la categoria Juniores.  Eleonora ha esordito in batteria con il record personale di 7"76 sui 60m, per poi riconfermarsi in semifinale con il tempo i 7"80.  Lorenzo Cesena ha invece migliorato decisamente il proprio primato personale, compiendo il doppio giro dei 400m in 51"95.  Anche per i due allievi di Giovanni Baldini questi Campionati italiani si sono rivelati positivi, dati i miglioramenti conseguiti e il passaggio del primo turno di Eleonora Nervetti.  Prossimo appuntamento ai Campionati italiani Allievi, cui l'Atletica Piacenza non farà mancare i propri portacolori. 

Il giovane atleta macedone dell’Atletica Piacenza Nasko Stamenov è tornato a brillare in occasione dei Campionati balcanici assoluti di Sofia, in Bulgaria. Lo studente modello del liceo Respighi si è regalato un’altra maglia della nazionale maggiore e ha portato alto il nome di Piacenza a livello internazionale. Nonostante una progressione davvero proibitiva, il biancorosso si è reso protagonista di una bella gara: dopo aver valicato 1,95 al secondo tentativo, Nasko è finalmente tornato sopra i 2m, misura che gli mancava da tempo. Il 2,05m, misura successiva, è sfuggita di poco. Si prospetta dunque un finale di stagione entusiasmante per Stamenov, pronto a tornare sulle pedane nazionali.

 A Rubiera (RE), si è tenuto il Trofeo Tania Galeotti e gli atleti biancorossi si sono nuovamente distinti. In buono stato di forma Lorenzo Cesena sui 400hs Uomini: il giovane, al rientro dopo l’estate, ha chiuso il suo giro di pista in 55”04 e con la medaglia d’oro. Terzo Pietro Ferrarini nella stessa gara, ma nella categoria Allievi, con il crono di 59”62. Bene anche Sofia Porcari, prima nei 400hs Donne, con 1’09”49. Record personale per Kirill Visigalli, che nel salto triplo si migliora, portando il suo limite a 12,25m. Buon tempo di Eleonora Nervetti nei 150m Donne, chiusi in 19”25.

Prossima tappa, i Campionati regionali Allievi – Juniores – Promesse a Modena il 21 e 22 settembre.

L’Atletica Piacenza è stata nuovamente protagonista nel fine settimana appena trascorso, grazie alle gesta dei suoi migliori atleti e delle sue squadre. Ancora una volta Emma Casati ha dato prova del suo dominio in Regione: nella seconda prova dei Campionati di Società di corsa campestre a Correggio (RE), la giovane piacentina ha trascinato la squadra Allieve sui 3km. Grazie alla sua eccellente prestazione di 10’49”, si è nuovamente imposta nella sua categoria e, con le sue compagne di squadra, ha mantenuto l’Atletica Piacenza al secondo posto in classifica. Molto bene anche la squadra Cadetti, saldamente prima in classifica grazie alle prestazioni esaltanti degli interpreti biancorossi: Davide Bolzoni è giunto terzo sul percorso di 2,5km in 8’32”; Ignazio Pio Racioppoli seguiva a breve distanza al quinto posto, con il tempo di 8’42”; Flavio Zaretti si è aggiudicato l’undicesimo posto grazie al crono di 8’59”; Francesco Zanirato ha conquistato la quindicesima piazza, tagliando il traguardo in 9’11”. Si segnala anche il nono posto di Giulio Bianchi, che sui 6km Juniores ha ben impressionato con il tempo di 20’17”. Contemporaneamente, si sono tenuti i Campionati regionali Assoluti a Modena e la Manifestazione regionale di Padova. A Modena ha brillato la stella di Eleonora Nervetti, che ha schiantato il proprio record personale, portandolo a 7”80 sui 60m piani. Prosegue nei suoi miglioramenti anche Greta Sgorbati, che ha nuovamente allungato la propria misura nel salto in lungo in due settimane, arrivando a saltare 5,20m. A Padova, Vittoria Ferrari ha esordito con il botto sui 400m indoor, concludendo il doppio giro con il ragguardevole crono di 1’00”64.

 

Foto

Risultati

Emma Casati è entrata a far parte della ristretta cerchia di atleti della nazionale giovanile. Grazie ai brillantissimi risultati ottenuti nella scorsa stagione, la giovane portacolori dell’Atletica Piacenza ha ottenuto la convocazione al suo primo raduno nazionale, tenutosi a Grosseto durante il ponte del primo novembre. Emma, sotto la sapiente guida dello storico tecnico piacentino Giuliano Fornasari, ha conquistato da outsider il titolo italiano ad Agropoli: sotto il caldo sole di giugno, la biancorossa ha concluso i 3000m con una sorprendente volata vincente all’ultimo giro. Il suo record personale è di 10’07”55, davvero ragguardevole e infatti le è valso le attenzioni dei migliori tecnici federali. A Grosseto ha avuto modo di conoscere più da vicino nuove metodiche di preparazione e ha potuto effettuare importanti test: gli stessi test verranno poi ripetuti a Tirrenia, in occasione del secondo raduno con la nazionale giovanile, che avrà luogo a dicembre. Per Giuliano Fornasari è stata occasione di confronto con i migliori tecnici d’Italia e con tecnici storici del calibro di Luciano Gigliotti, allenatore di Stefano Baldini e Gelindo Bordin, entrambi ori olimpici nella maratona rispettivamente ad Atene 2004 e a Seul 1988, nonché di Pietro Endrizzi, tecnico tra i migliori del mezzofondo nostrano. Dopo Andrea Dallavalle e molti altri nella sua storia, l’Atletica Piacenza aggiunge un’altra atleta che ha avuto accesso al giro della nazionale.

Pagina 1 di 8