• +39 338 90 87 477

Lucrezia "Zarina" Lavelli show ai Campionati Italiani Juniores

L’Atletica Piacenza si riconferma società di campioni, stavolta soprattutto grazie a Lucrezia Lavelli, saltatrice con l’asta junior allenata da Ennio Buttò. Ai Campionati Italiani Juniores e Promesse, tenutisi dal 1 al 3 giugno ad Agropoli (SA), la star dei biancorossi è stata proprio Lucrezia. Il 2 giugno, nel turno di qualificazione, la portacolori dell’Atletica Piacenza ha effettuato un unico salto: valicata l’asticella a 3,10m in estrema scioltezza, è rimasta ad aspettare i salti delle avversarie. Una volta sicura della qualificazione matematica nelle dodici finaliste, ha dunque tolto le scarpe chiodate e riposto l’asta, sotto lo sguardo vigile del suo allenatore, stratega per l’occasione. Il 3 giugno è andata in scena la resa dei conti: Lucrezia è partita subito molto decisa, procedendo di salto in salto sempre più sicura dei propri mezzi, addirittura superando la ragguardevole misura di 3,50m alla prima prova. Ma è stato solo al secondo tentativo a 3,75m che è stato chiaro a tutti che era il momento di osare: infatti il buonissimo valicamento l’ha proiettata direttamente tra le pretendenti al podio tricolore. A quel punto, Lucrezia ed Ennio hanno fatto un piccolo azzardo, passando direttamente a 3,85m, senza saltare a 3,80m: mossa rivelatasi vincente, in quanto l’astista biancorossa è riuscita al terzo tentativo a superare la misura. A quel punto nulla ha potuto contro la vincitrice, Maria Rebecca Gherca, 4,10m, e Rebecca De Martin, 4,05m. Il bronzo di Lucrezia va dunque ad arricchire il palmares della giovane, già bronzo ed argento nazionale indoor, ma mai sul podio italiano all’aperto. Inoltre, il 3,85m incrementa il record provinciale assoluto di salto con l'asta. Meno soddisfatto Francesco Pelagatti. Il saltatore in alto, allenato sempre da Ennio Buttò, non è riuscito ad accedere alla finale: la sua gara è stata discreta, ma qualche incertezza tecnica lo ha tradito. Il giovane ha valicato infatti l’asticella a 1,95m al terzo tentativo disponibile. Purtroppo, alcuni tra gli avversari lo hanno fatto al primo tentativo, escludendolo dunque dai dodici migliori d’Italia. Anna Ofidiani, allenata da Giuliano Fornasari, ha confermato il suo eccellente stato di forma negli 800m juniores. Dopo lo strabiliante record personale ottenuto la settimana precedente a Forlì, in cui corse il doppio giro di pista in 2’16”60, Anna ha avvicinato nuovamente i suoi limiti: l’ottimo crono di 2’18”82 non è però stato sufficiente a passare il turno eliminatorio. Rimane comunque la consapevolezza di poter ancora crescere e del fatto che gli 800m sono la specialità della sorella maggiore degli Ofidiani. Rebecca Cravedi, atleta di Giuliano Fornasari, ha partecipato ai Campionati: nonostante la buona prova sui 200m, chiusi in 25”74, Rebecca non ha ottenuto l’accesso ai turni successivi. Altra bella esperienza e conferma dell’ottimo livello raggiunto dalla velocista dell’Atletica Piacenza. Infine, il sodalizio di Diego Sverzellati si è rammaricato di due grandi assenze: Andrea Dallavalle, atleta delle Fiamme Gialle, ancora in forze all’Atletica Piacenza nelle gare di squadra, ha dovuto dare forfait precauzionale nel salto triplo, in vista degli importanti appuntamenti internazionali estivi, a causa di un piccolo risentimento muscolare, peraltro già risolto; Clara Vullo, vittima di una brutta botta alla schiena proprio il giorno prima della partenza: Clara sarebbe dovuta essere presente sulla linea di partenza dei 3000 siepi Promesse femminili. La squadra Juniores e Promesse dell’Atletica Piacenza a trazione Buttò-Fornasari è dunque tornata forte di un fenomenale bronzo e altri buoni riscontri cronometrici.

 

Foto

Risultati

0
0
0
s2smodern